mercoledì, Giugno 26

Ai Magazzini del Sale i “Sei personaggi in cerca d’autore” di Cucinotta, superano la prova a pieni voti

Ieri sera si è assistito alla seconda replica del dramma “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello, in scena sino a domenica 9 giugno, presso i Magazzini del Sale, lo spettacolo che conclude la Masterclass tenuta da Domenico Cucinotta con la collaborazione di Mariapia Rizzo.

Il lavoro pedagogico , avviatosi in ottobre proposto  con questa “sfida scenica” che coinvolge dodici ottimi attori  – di cui alcuni alla prima esperienza – e due piccoli allievi attori, che con la loro freschezza ed immediatezza impreziosiscono la suspence dell’evento scenico.

Cimentarsi con l’opera forse più celebre e complessa del maestro Pirandello non è mai semplice, anche per attori professionisti. Il testo  – l’opera prima della trilogia del teatro nel teatro – racchiude il climax maximo della drammaturgia pirandelliana: il tentativo di smascherare il meccanismo e la magia della creazione artistica e il passaggio dalla persona al personaggio, quello dall’avere forma all’essere forma; la scomposizione delle strutture drammatiche, ovvero il teatro nel teatro; la creazione di scene traumatiche in cui tutti i personaggi vogliono vivere una vita autentica ma rivivono angosce e colpe; la rottura della quarta parete ad opera dei personaggi.

Ma la regia di Cucinotta si presenta al pubblico ( e in particolar modo ai propri attori) in un sfida apparentemente azzardata ma che si mostra vincente: cinque sere, cinque rappresentazioni diverse con ruoli intercambiabili per ciascuna replica.

Un banco di prova d’altissimo livello e difficoltà decisamente pirandelliana, per i ragazzi della Masterclass. Raramente  per non dire mai si assiste a teatro ad una rappresentazione così eclettica, multiforme e dinamica, una scommessa vinta a pieni voti dai ragazzi e dal regista.

Dodici interpreti, quattro figliastre, cinque madri, tre registi, due figli, un padre, un direttore della compagnia ed una Madama Pace.Tutti recitano tutti, uno, nessuno, centomila personaggi in cerca d’autore che recitano a soggetto e ciascuno a suo modo.

Un incipit ironico e divertente introduce i protagonisti al primo dei due atti, l’irruzione dei sei personaggi vivi e reali alla disperata realizzazione della rappresentazione del loro dramma.

La trasposizione è fedele al testo, ma non mancano licenze artistiche e impercettibili citazioni cinematografiche che ricordano il Dottor Stranamore e i Blues Brothers, di grande effetto i costumi.

Diversi stacchetti musicali introducono repentini cambi d’abito e d’interprete al personaggio, gli unici a non cambiare mai e perno centrale della vicenda, il Padre e il Direttore della Compagnia alias il Suggeritore alias il vero Autore nascosto del dramma.

Impossibile affezionarsi ad un personaggio, facile sin da subito apprezzare l’encomiabile impegno degli attori. Qualche leggera e inevitabile sbavatura dettata dall’emozione e dal debutto non scalfiscono in nessun modo l’ottima prova degli allievi. A Cucinotta va il merito di un’ottima regia e della scenografia essenziale ma d’effetto, in particolar modo nell’intensità del secondo atto.

Meritatissimi gli applausi finali per gli interpreti Milena Bartolone, Dario Blandina, Gabriella Cacia, Martina Costa, Davide De Domenico, Donatella Del Mastro, Giuseppe Franchetti, Elvira Ghirlanda, Lorenzo Rigano, Carlo Spinelli, Chiara Trimarchi, Alessandra Zecchetto, e i “piccoli” ma bravissimi Giulia D’Angelo e Fabio Gulletta.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi