mercoledì, Giugno 26

Al Franco Scoglio un Messina scoppiettante batte il Giulianova e conquista la finale di Coppa Italia

Foto Emanuele Villari

Il Messina che non ti aspetti stupisce i 4000 spettatori presenti, regalandogli una splendida vittoria e la finale di Coppa Italia di Serie D. E’ stata una gara dai due volti. Il primo tempo, scoppiettante con ben cinque gol, il secondo tempo con il Messina che ha pensato solo a controllare la gara e tentare qualche stoccata offensiva. I biancoscudati, dopo un doppio svantaggio, effettuano una rimonta insperata.

Dopo soli cinque minuti il Messina è sotto di una rete, grazie a un gran tiro di Di Paolo che trafigge Jairo: 0-1. Il Giulianova prosegue a macinare gioco, e dopo altri dieci minuti di gioco raddoppia con Tozzi Borsoi su calcio di rigore, per un fallo in area di Zappalà: 0-2. Il Messina reagisce, si ricompatta e si riversa in avanti alla ricerca del gol che consentirebbe la riapertura della gara. La grinta e la tenacia dei padroni di casa, è stata premiata al 23’, quando un difensore ospite è costretto ad atterrare in area Arcidiacono e l’arbitro ha assegnato il penalty. Lo calcia Catalano e non sbaglia: 1-2. La gara è riaperta e il Messina adesso ci crede. Ci prova Catalano dai 30 metri, poi Tedesco dal limite, ma entrambe le occasioni non vanno a buon fine. I padroni di casa al 33’ imbastiscono un’altra azione offensiva, un tiro respinto dal portiere ospite viene intercettato da Kevin Biondi che ristabilisce la parità: 2-2. Al 44’ bel guizzo di Arcidiacono che arriva a tu per tu con il portiere, il tiro è debole e Fuschi salva sulla linea. Al 47’ una punizione velenosa di Catalano, mette in difficoltà Pagliarini che non trattiene la sfera e la respinge male, in zona si trova Traditi che non si fa pregare e la insacca in rete: 3-2.

Nella ripresa il Messina abbassa il baricentro e lascia l’iniziativa all’avversario. Bolzan, dopo qualche minuto, getta nella mischia il giovane Barlafante. Ed è proprio il diciottenne a mettersi in mostra al 14’, si libera bene di Barbera, ma il suo tiro viene respinto con i pugni da Jairo. Anche Biagioni mette in campo forze fresche e la squadra di casa riesce a tenere botta all’avversario. Al 38’ il Messina potrebbe chiudere la gara, ma Pagliarini compie un vero miracolo su un gran tiro di Arcidiacono all’incrocio dei pali. Le emozioni non finiscono mai al Franco Scoglio. A tempo quasi scaduto, infatti, il giovane difensore Barbera effettua un salvataggio sulla linea che avrebbe beffato ingiustamente il Messina, ma il triplice fischio dell’arbitro fa tirare un sospiro di sollievo ai 4000 tifosi presenti al Franco Scoglio: Il Messina batte il Giulianova 3-2 e vola in finale di Coppa Italia di Serie D dove affronterà il Matelica.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi