sabato, settembre 22

Arriva la sentenza definitiva, Donatella Sindoni decade da Consigliere comunale

Alla fine la consigliera Donatella Sindoni dovrà lasciare il Consiglio comunale perchè ritenuta ineleggibile dalla Corte d’Appello. Il suo posto sarà preso dal primo dei non eletti Giuseppe Siracusano, detto Giuppi, attuale presidente di Federalberghi. Ma ripercorriamo la vicenda. Donatella Sindoni fu eletta nel 2013, il primo dei non eletti, Giovanni Cocivera, presentò ricorso sostenendo che il ruolo di direttore di uno studio diagnostico accreditato con il sistema sanitario regionale, era incompatibile e avrebbe causato la sua ineleggibilità. Nel 2015, l’ufficio legale della Regione siciliana dichiarò la Sindoni ineleggibile, sostenendo che avrebbe dovuto lasciare il seggio di palazzo Zanca al primo dei non eletti, Giovanni Cocivera che aveva presentato ricorso, ma questi non sarebbe potuto subentrare a causa della nota vicenda giudiziaria su presunti aborti clandestini che lo coinvolse. Il posto della Sindoni sarebbe toccato quindi a Giuseppe Siracusano, attuale presidente di Federalberghi. Ma il consiglio comunale nel 2016 bocciò la delibera di decadenza con un’astensione di massa di venti consiglieri che consentirono alla consigliera di rimanere a palazzo Zanca. Successivamente la sentenza di primo grado che confermò l’ineleggibilità ed il successivo ricorso in appello della consigliera. Adesso, in secondo grado la sentenza è stata confermata pertanto Giuppi Siracusano prenderà il posto della Sindoni anche se solo per circa sei mesi.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi