sabato, Agosto 8
Shadow

Assegno clonato, truffa ai danni di un barcellonese

Un annuncio on line che faceva gola. Quel BMW, poi rivelatosi inesistente, al costo di ventimila euro aveva attirato l’attenzione di un libero professionista di Barcellona Pozzo di Gotto che aveva pensato di aggiudicarselo. Così è entrato in contatto con un napoletano che, spacciatosi per romano, promuoveva la vendita dell’autovettura. Come garanzia, quello che si è poi scoperto essere un truffatore ha chiesto l’invio di una foto dell’assegno tramite Wathsapp. L’assegno è stato quindi clonato con tanto di codice a barre. Il fittizio venditore è andato quindi a incassare i soldi alle poste di Napoli. Il titolo vero era stato emesso da una banca di Milazzo. Adesso, per recuperare il maltolto, l’acquirenti barcellonese si è rivolto all’avvocato Gaetano Pino. Un vero e proprio incubo per il libero professionista barcellonese che non è riuscito ad annullare l’assegno circolare, ma che comunque – come sostiene il suo stesso legale – “avendo in mano l’originale dell’assegno si trova in una situazione di garanzia”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi