sabato, agosto 18

Barcellona. Si allunga la lista dei suicidi in carcere. Muore giovane di Sant’Agata Militello.

Una nuova tristissima pagina. Ancora un suicidio nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. Stavolta si tratta di un giovane detenuto originario di Sant’Agata Militello. Stava male dentro, necessitava di adeguata assistenza. Secondo quanto si apprende, alternava momenti di apatia a improvvisi scatti d’ira. Aveva bisogno di cure e attenzioni. Si trovava in quella cella per stalking. Nei suoi venticinque anni, aveva avuto un passato condizionato dall’abuso di sostanze stupefacenti. Oggi quel ragazzo non c’è più. Ieri, in un freddo pomeriggio di febbraio, intorno alle 17, si è impiccato. Ha deciso di chiudere con questa vita. Lo scorso anno, lunga è stata la lista dei suicidi. E il 2018 conta già due morti. Il giovane venticinquenne santagatese ha utilizzato un lenzuolo che si è stretto intorno al collo.

L’episodio evidenzia la necessità di aumentare le attenzioni nei confronti dei detenuti, specialmente di quelli con problemi psichici.

 

 

 

 

 

 

 

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi