domenica, Luglio 5
Shadow

Conclusa la settimana messinese dell’attore, regista italo-argentino Norberto Presta

Due spettacoli, “Frammenti di vite condivise” al Clan Off Teatro, “Il beniamino delle farfalle” ai Magazzini del Sale e l’intenso seminario sul corpo e sulla voce “La parola danzata”. Coinvolgente e partecipata la permanenza a Messina dell’attore, regista e pedagogo italo-argentino Norberto Presta, caratterizzata da un il percorso drammaturgico, tra performance e formazione, proposto nell’ambito di una collaborazione tra Clan Off Teatro con la direzione artistica di Mauro Failla e Giovanni Maria Currò e il Teatro dei Naviganti di Domenico Cucinotta e Maria Pia Rizzo.

I Magazzini del Sale, da martedì e sino a venerdì scorso hanno ospitato “La parola danzata”, Seminario sul corpo – voce con Norberto Presta”.

Un percorso sul corpo, sulla voce, sull’azione, guidato da Presta e che ha coinvolto 21 tra attori e allievi attori messinesi, pensato per indagare i rapporti e le dinamiche che si instaurano sulla scena. Di frequente corpo e parola sembrano essere dissociati, come se fossero due cose diverse, separate. Sappiamo che la parola è corpo così come il corpo è parola, ma spesso le due cose sembrano entrare in conflitto, disturbandosi a vicenda. Il seminario è servito a provare a superare questo “conflitto corpo – parola” lavorando in un territorio laddove danza e teatro si confondono, in un esercizio in cui la parola danza e il corpo canta. La parola scritta si fa movimento nella voce, che vibrando in uno spazio acustico collettivo crea, ricreando il testo originale, il suo proprio racconto.

«Siamo molto felici di aver avuto la possibilità di condividere questo emozionante percorso insieme a Norberto e al Teatro dei Naviganti – affermano Mauro Failla e Giovanni Maria Currò – siamo profondamente soddisfatti d’essere riusciti ad offrire a ventuno tra attori ed allievi attori della nostra città e non solo, la possibilità di confrontarsi tra di loro sotto la guida esperta di un professionista del calibro di Norberto Presta». «Col suo talento di attore e drammaturgo e con la sua enorme sapienza di pedagogo ha incantato spettatori ed allievi – ha aggiunto Mariapia Rizzo del teatro dei Naviganti – il workshop “La parola danzata” è stato un grande momento di condivisione e di scambio tra Norberto e gli allievi; tutto si è svolto in una atmosfera di grande concentrazione e creatività. Il lavoro si è basato su un testo dello stesso Presta, finissimo drammaturgo oltre che attore regista e pedagogo».

Norberto Presta “frequenta” la città di Messina ormai da sedici anni, da quando cioè è nata la collaborazione artistica e l’amicizia con Domenico Cucinotta e Mariapia Rizzo del Teatro dei Naviganti. Ed è sempre ansioso di tornare nella città, poiché, secondo le sue stesse parole, “Messina mostra una vitalità artistica non comune ed offre spunti di lavoro interessantissimi.”

«Volendo pendere spunto dalla tematica del suo spettacolo andato in scena ai Magazzini e dedicato al rivoluzionario russo Nikolaj Ivanovič Bucharin – ha concluso Mariapia Rizzo – possiamo affermare che anche il teatro vive di rivoluzione e di amore, e che fare arte ai nostri giorni, dando vita a collaborazioni così fruttuose è un grande atto politico. Speriamo di rivedere presto Norberto per vederlo ancora all’opera. Il progetto è stato possibile infatti grazie alla sinergia tra il Clan degli Attori ed il Teatro dei Naviganti, a dimostrazione che la nostra città vive anche di scambi e collaborazioni tra realtà che hanno a cuore esclusivamente la diffusione dell’arte e del teatro».

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi