martedì, novembre 13

Consumatori Associati: “Alle Eolie un ‘cartello’ tra i rivenditori di carburanti”

Si svolgerà il prossimo mercoledì 24 ottobre alle 10,30 nella sala ovale del Comune di Messina una conferenza stampa dell’associazione nazionale Consumatori Associati, dove sarà illustrato un esposto presentato all’Antitrust e al Ministero dello Sviluppo Economico, per chiedere l’accertamento dell’esistenza di una gravissima situazione di violazione della concorrenza, in riferimento ai prezzi del carburante nelle Isole  Eolie. L’associazione di Consumatori ha chiesto l’accertamento di una situazione di monopolio e in subordine la esistenza di un “cartello” tra i rivenditori. Alla conferenza stampa parteciperanno il presidente nazionale di Consumatori Associati avvocato Ernesto Fiorillo, un altro legale dell’associazione Francesco Fiorillo, il magistrato della corte d’Appello di Messina ed ex sottosegretario dott. Angelo Giorgianni.

Dopo diverse segnalazioni che ci sono pervenute dai residenti di Lipari e di altre isole delle Eolie – spiega l’Avvocato Ernesto Fiorillo – il Consiglio Direttivo di Consumatori Associati, riunitosi in seduta straordinaria lo scorso 10 ottobre, ha valutato le circostanze riferite direttamente all’Associazione, ed il contenuto dell’esposto del dott. Angelo Giorgianni, ed ha deliberato di intervenire direttamente a fronte del comportamento tenuto dai distributori per ottenere le sanzioni dovute per legge ed i provvedimenti necessari per garantire la libera concorrenza. Dai documenti raccolti è evidente che nel periodo estivo nelle Isole Eolie vengono applicati prezzi esagerati dai distributori, anche superiori di 40 centesimi rispetto a quelli della terra ferma. Siamo quindi intervenuti  nell’interesse dei consumatori presentando questo esposto e chiedendo di far cessare immediatamente qualunque attività lesiva da parte dei distributori di carburante. Chiediamo, altresì, alle Autorità Garanti di elevare multe, ammende o condanne del caso, e ci riserviamo di promuovere, quando possibile, una Class Action”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi