martedì, novembre 13

Crisi economica a Barcellona P.G., la posizione del Pd cittadino

Il Partito Democratico di Barcellona Pozzo di Gotto, alla luce delle affermazioni provenienti dall’Amministrazione comunale e da componenti della coalizione che la sostiene, sulla crisi economico finanziaria che sta investendo l’ente comunale, sente il dovere di ribadire in modo netto ed inequivoco la propria posizione.

“Pur nel rispetto del diritto di critica politica, infatti -si legge in un comunicato dei consiglieri e della coordinatrice-, non si possono non stigmatizzare le affermazioni, false e irrispettose dell’opinione pubblica, che continuano ad attribuire ai Consiglieri comunali di opposizione, tra i quali quelli del Partito Democratico, la volontà di dichiarare il “dissesto” finanziario dell’ente.

La ricorrente ed ormai cronica tendenza del Sindaco, a scaricare sempre sugli altri ogni forma di responsabilità -prosegue il comunicato-, non può spingersi fino al punto di stravolgere la realtà, nascondendo il fatto che – nonostante l’inerzia dell’Amministrazione comunale, sorda da mesi alle richieste dell’opposizione di avere esattamente contezza delle condizioni economico finanziarie delle casse comunali – lo scorso 10 agosto tutto il Consiglio comunale, su iniziativa dei Consiglieri di opposizione, ha deliberato di avviare una procedura di “riequilibrio”, escludendo, quindi, quella di “dissesto”.

Con tale deliberazione, il PD per il tramite dei Consiglieri, si è anche espresso contro l’accesso al cosiddetto “fondo di rotazione”, che riconosce un prestito agli enti in situazioni di difficoltà finanziarie, a fronte di pesanti aumenti di imposte e tariffe per la cittadinanza, nonché di riduzione di servizi e di trasferimenti. Questa la posizione del Partito sulla strada da seguire per portare Barcellona Pozzo di Gotto fuori dal guado.

Diverso ragionamento, invece, -spiega il Pd barcellonese- è quello relativo alle responsabilità per la grave situazione in cui versa la città, non solo dal punto di vista finanziario, ma anche del decoro urbano, dell’efficienza dell’apparato amministrativo, della qualità dei servizi, della equità fiscale, tutti temi sui quali sarà necessario fare una seria ed attenta analisi, che non può prescindere dall’operato degli ultimi tre anni dell’Amministrazione in carica, che non ha prestato alcuna attenzione ai conti pubblici, non ha effettuato nessuna seria lotta all’evasione, nessun recupero dei crediti dell’ente, nessuna riduzione delle spese, né efficientamento degli uffici.

Oggi la priorità è quella di evitare il dissesto dell’ente -conclude il comunicato stampa-, nonché le soluzioni similari che scaricano sui cittadini il peso del risanamento delle finanze comunali ed è su questo fronte che sono impegnati i Consiglieri comunali ed il Partito Democratico tutto; nel prossimo futuro, sarà la cittadinanza, molto più matura di quanto qualcuno creda, ad esprimere un giudizio inappellabile sulle relative responsabilità”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi