domenica, Luglio 5
Shadow

Da Taobuk, lo chef Caliri fa appello alla necessità di diffondere il Made in Italy

“Il desiderio in cucina è anche quello di giocare” ha così esordito Pasquale Caliri chef del Marina Del Nettuno di Messina ospite ieri al festival letterario di Taormina che quest’anno aveva come tema appunto il desiderio. Da qui l’eclettico chef ha conversato con Fernanda Roggero del Sole 24 ore sui temi cari agli Ambasciatori Del Gusto nel quale direttivo siede lo chef messinese. La formazione innanzitutto, la mancanza di incrocio tra la richiesta esistente di cuochi e la mancanza di personale adeguato. “ Ma attenzione – ha detto lo chef- rivolgendosi ai più giovani sopraffatto dai media “vi stanno fregando, fare il cuoco è lavoro duro e non significa fare l’attore”. Dai microfoni di Taobuk lo chef fa appello alla necessità di diffondere il Made in Italy (tema che sta a cuore agli ambasciatori del gusto) facendo ricorso alle eccellenze del nostro paese ed ai numerosi artigiani e produttori che coadiuvano i cuochi. E ancora la cucina del futuro che non può fare a meno di sposare le tendenze salutistiche del mercato contemporaneo.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi