martedì, novembre 13

False perizie e certificazioni mediche per truffare l’INPS: 33 misure cautelare e 102 indagati

I Carabinieri del Comando Provinciale di Messina, dalle prime luci dell’alba di oggi, stanno eseguendo, nelle province di Messina e Catania, un’ordinanza applicativa di misura cautelare nei confronti di 33 persone (fra cui medici, avvocati, periti e collaboratori di diversi patronati) ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, truffa ai danni dell’I.N.P.S., falsa perizia, falso in atto pubblico e altro. In fase di notifica, inoltre, ulteriori 69 avvisi di garanzia ad altrettanti indagati. L’operazione è stata denominata “Pathology”. I provvedimenti sono stati emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Patti su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Alle ore 11.00 di oggi, presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Messina, si terrà una conferenza stampa per illustrare i dettagli dell’operazione.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi