sabato, Agosto 24

Il dramma dei migranti, raccontato dai diretti interessati agli studenti di “Agorà Mundi”

Dalla teoria alla pratica. Gli studenti del Corso di Laurea in Mediazione Linguistica e Culturale “Agorà Mundi” di Agrigento, hanno trascorso due giornate in un centro di accoglienza di Agrigento, il San Giuseppe Maria Tomasi Onlus. Gli studenti del corso di laurea triennale, che è diretto dal messinese Marcello Saija, notissimo storico che ha insegnato sia all’ Università di Messina che all’ Università di Palermo, hanno avuto la possibilità di ascoltare le testimonianze dirette di quattro migranti ospitati dalla struttura: Zamony Abdurrahman (originario dell’Etiopa), Imran Munir (Ghana), Bakary Diarra e Traore Bouramou (Mali). Nel corso dei due confronti i giovani studenti hanno seguito con grande interesse i racconti dei migranti, ponendo loro numerose domande sul viaggio, e sulle difficoltà riscontrate nel lungo esodo e nell’accoglienza in Italia. L’incontro, avvenuto presso il Centro di Ascolto e di Accoglienza San Giuseppe Maria Tomasi Onlus, dove i migranti risiedono e lavorano, ha permesso di far emergere un vissuto molto drammatico spesso non totalmente affrontato dai media. Un motivo di grande crescita professionale ma soprattutto personale per ogni partecipante. Ad accompagnare i giovani aspiranti mediatori la professoressa Federica Cordaro.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi