mercoledì, Giugno 26

Il Messina supera 2-0 la Palmese e mette il sigillo alla salvezza

Alla fine l’importante è vincere. Considerato l’andamento della gara per tutti i 95 minuti, mai come in questo caso il risultato è più importante di ogni altra considerazione tecnica. Non è stata, infatti, una gara scoppiettante, ma il Messina ha capitalizzato al meglio due occasioni e si è dimostrato cinico e concreto. Le marcature portano la firma di Zappalà e di Cocimano; entrambe le reti sono state realizzate nella ripresa.

Al 4’ Catalano, approfitta di un errore difensivo, e serve bene Arcidiacono, l’attaccante messinese va al tiro per due volte consecutive, ma trova sempre l’opposizione di un difensore. Dopo due minuti Cocimano mette in difficoltà Barbieri, costretto alla parata in due tempi. La gara procede a ritmi blandi, le azioni si sviluppano per linee orizzontali e nessuna delle sue squadre si rende davvero pericolosa in area avversaria. I pochi tentativi, da una parte e dall’altra, sono da dimenticare. Dopo un minuto di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

Dopo pochi minuti della ripresa, ci prova Selvaggio, ma il suo tiro è impreciso. Al 16’ un colpo di testa di Pascarella mette in difficoltà di Jairo, che si salva con un bell’intervento. L’intervento offensivo degli ospiti, convince Biagioni a cambiare le carte in tavola, gettando nella mischia Traditi e Tedesco. La situazione, però, non cambia. La sensazione è che, solo con una invenzione di un singolo, la situazione potrebbe cambiare. E ciò avviene al 21’, quando Catalano pennella alla perfezione una palla per la testa di Zappalà che realizza il gol dell’1-0. Dopo undici minuti, Cocimano ci crede, si avventa come un falco, intercetta la sfera, durante un retropassaggio di Bruno al portiere, e realizza la rete del raddoppio: 2-0. L’attaccante biancoscudato, commuove tutti i presenti al Franco Scoglio, festeggiando la rete con un abbraccio alla mamma presente in tribuna. Al 36’ Zappalà becca il secondo cartellino giallo e costringe Biagioni a coprirsi maggiormente nelle retrovie. La gara scivola fino al 95’ e il risultato non cambia. Il Messina batte la Palmese 2-0 e mette una seria ipoteca alla salvezza che, al momento, è l’unico obiettivo da raggiungere.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi