giovedì, ottobre 18

Il messinese Giacomo Caudo eletto presidente nazionale della Fimmg

Il messinese Giacomo Caudo è stato eletto presidente nazionale della Fimmg, federazione che riunisce i medici di medicina generale. Si è svolto in questi giorni il 75esimo congresso nazionale a Domus del Maria in Sardegna con una straordinaria affermazione per la rappresentanza siciliana che ha visto Caudo, già presidente dell’Ordine dei medici e odontoiatri di Messina, eletto nella prestigiosa carica per il prossimo quadriennio, fino al 2022. Confermato nell’incarico il segretario generale Silvestro Scotti, presidente dell’Ordine di Napoli. I circa 35mila medici iscritti al sindacato costituiscono oltre due terzi dei 50mila medici di famiglia: un riconoscimento dunque all’esperienza e alla determinazione di persone da anni impegnate in difesa dei colleghi, al fine di migliorare l’efficienza del sistema sanitario tutelando diritti e prerogative della classe medica. 

Per Caudo, che subentra a Stefano Zingoni di Bologna, è il riconoscimento del prezioso lavoro prima come presidente dell’ente ordinistico messinese e al contempo come vicesegretario nazionale Fimmg in qualità di tesoriere nel precedente direttivo.

Tanti gli argomenti al centro del dibattito durante il congresso, a cominciare dall’emergenza dell’allungamento dell’aspettativa di vita degli anziani con evidenti e importanti ripercussioni sulla spesa sanitaria dei prossimi decenni. “Sono soddisfatto e onorato al tempo stesso – ha commentato Caudo – di un incarico così prestigioso ma anche così pieno di responsabilità. I medici oggi non sono più solo medici, ma anche burocrati ed economisti perché devono fare i conti ogni giorno con spending review e procedure amministrative. L’obiettivo del nostro sindacato per i prossimi quattro anni è quello di alleggerire il “peso” che ogni professionista della sanità sente su di se come un ostacolo che rallenta la buona sanità e la vera mission di un buon medico di famiglia, che rimane una figura di riferimento imprescindibile per ciascun individuo”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi