giovedì, ottobre 18

Incendi, il presidente Antoci chiede l’intervento dei Cacciatori di Sicilia

Sui roghi che hanno devastato decine di ettari di macchi mediterranea è intervenuto ieri l’assessore Daniele Ialacqua che ha parlato a chiare lettere di mafia dei pascoli e di speculatori “dietro questi roghi c’è chi vuole togliere spazio al verde e cementificare, ma non glielo permetteremo” ha detto l facendo riferimento anche al catasto dei territori incendiati che toglie per 5 anni la possibilità a chiunque di effettuare interventi sulle aree distrutte dagli incendi, e per 15  vieta che le zone in questione possano cambiare destinazione d’uso. Il collega di giunta Sebastiano Pino pensa già al rischio idrogeologico “i terreni non saranno in grado di assorbire l’acqua. Messina è a grave rischio idrogeologico, ci sono adesso alcuni pendii che ci preoccupano molto. Chiederemo stamattina al presidente Rosario  Crocetta una deroga per potere intervenire sui terreni prima dei cinque anni previsti per legge, in vista della grave allerta”. Per il controllo delle aree Pino annuncia che dal 15 luglio partirà la convenzione con le associazioni di volontari per il monitoraggio dei territori non di competenza della Forestale. Pensa invece di chiedere l’impiego del reparto Cacciatori di Sicilia dei carabinieri il presidente del parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci oggi a Messina per il congresso del Pd. “ Spero si riesca a beccare qualcuno mentre appicca il fuoco – ha detto – e che si dimostri magari il suo collegamento con qualche famiglia mafiosa che è stata colpita dalle ultime operazioni di polizia e carabinieri. Così magari quando verrà condannato, il magistrato infliggerà qualche anno in più configurando non solo il reato di incendio ma anche quello di concorso esterno in associazione mafiosa. Sulla questione incendi occorre intervenire a gamba tesa” .

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi