martedì, settembre 26

L’assessore Carlo Vermiglio non accetta la candidatura di Crocetta e si dimette

A meno di due mesi dalle elezioni regionali del 5 novembre, la giunta Crocetta perde l’assessore Carlo Vermiglio. Il messinese non ha gradito la chiamata alle armi del governatore siciliano e ha quindi lasciato il suo incarico a Palermo. Entrato in giunta su indicazione dell’onorevole Nino Germanà, prossimo a rientrare in Forza Italia, Carlo Vermiglio, non ha accettato la candidatura forzata, ma Crocetta – è stato chiaro «in questi mesi ho molto apprezzato il tuo impegno e la tua competenza- ha scritto il governatore a Vermiglio-. Il nostro è un governo politico, e quindi ho chiesto a tutti gli assessori in Giunta di impegnarsi in prima persona nelle prossime elezioni regionali, perchè abbiamo il dovere di creare tutte le condizioni possibili per vincerle».
E poi ancora «il tuo mancato impegno in queste prossime elezioni regionali potrebbe essere visto come un’adesione alla candidatura di Germanà, creando palesi e profonde contraddizioni all’interno della coalizione da me rappresentata». Vermiglio non ha fatto attendere la sua replica:
Una “chiamata alle armi” che Vermiglio non ha perso tempo e ha così risposto: «Apprendo che sarebbe tua intenzione propormi alternativamente la candidatura in una delle tue liste ovvero di lasciare la giunta di governo. In questo caso provvederei a consegnare le mie dimissioni domani stesso. Non ho mai preso parte a competizioni elettorali, non ho tessera di partito   e ho improntato  unicamente la mia azione al raggiungimento di obiettivi di qualità nell’interesse della Sicilia e del suo patrimonio culturale. Anche in questo momento non intendo introdurre deroghe a questo principio».

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry