venerdì, Ottobre 22
Shadow

Menu senza barriere: al Marina Del Nettuno di Messina lo chef Pasquale Caliri scrive in Braille per i non vedenti

“La rivoluzione passa dalla comunicazione” così lo chef- giornalista   ha promosso la sua iniziativa di riscrivere i menu del ristorante anche in codice Braille che consente la lettura anche ai non vedenti. Caliri, già mesi fa aveva lanciato il menu “qr code” applicando un codice a barre accanto alle preparazioni in modo tale da averne la foto direttamente sul cellulare.
Il Braille è il codice di lettura e scrittura più utilizzato dai ciechi. E’ stato inventato dal francese Louis Braille nel 1829. Si tratta di un sistema di scrittura basato su sei punti in rilievo in cui la maggior parte dei simboli è universalmente riconosciuta. Il Braille non è una lingua di per sé, ma è un mezzo di scrittura internazionale. Con esso si possono rappresentare le lettere dell’alfabeto, la punteggiatura, i numeri, i simboli matematici e quelli musicali.
“ Le barriere – dice Caliri – non sono solo architettoniche ma anche di altra natura.  Non basta solo abbattere scale e porte d’accesso per facilitare la fruizione di un posto sociale come il ristorante occorrono altri strumenti di comunicazione. La traduzione in Braille è uno di questi, così come moltissimi altri che speriamo presto vengano adottati in tutte le strutture turistiche del mondo”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi