sabato, agosto 18

Milazzo. Finanziamento di 100 mila euro per la presenza tra i “Borghi più belli d’Italia”

La città di Milazzo quale Comune presente – nell’anno 2017 – al circuito dei Borghi più belli d’Italia, ha ottenuto un finanziamento regionale di 100 mila euro per l’attivazione o il potenziamento di interventi e servizi di accoglienza e promozione territoriale e turistica.
L’assegnazione è stata già ufficializzata anche con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale della Regione siciliana.
“Una soddisfazione – afferma l’assessore al turismo, Piera Trimboli – la dimostrazione che l’inserimento nel club borghi più belli d’Italia ha comportato per la nostra realtà non soltanto una bella vetrina internazionale ma anche qualcosa di concreto come un incremento di turisti (attratti da questa parte di Milazzo messa sotto i riflettori) ed adesso anche un finanziamento che – si comprenderà – per noi rappresenta ossigeno nel settore turistico consentendoci di poter pianificare delle azioni per migliorare i servizi così come richiedono i turisti.
“Avevo avuto modo di sottolinearlo e adesso lo ribadisco con piacere: la grande intuizione dell’assessore Piera Trimboli che ha fortemente voluto la candidatura della nostra città oggi ci premia ulteriormente – ha aggiunto il sindaco Formica – con la disponibilità di questi fondi che cercheremo di utilizzare nel modo migliore e mirato per accrescere l’appeal di Milazzo. Il circuito dei borghi più belli d’Italia resta una vetrina mondiale attraverso la quale si promuove non soltanto la bellezza dei luoghi ma anche l’ospitalità delle popolazioni, i prodotti di qualità, la cultura e le tradizioni del territorio e in questa direzione dobbiamo lavorare cercando di fare rete assieme agli operatori turistici locali che già da tempo dimostrano professionalità e competenza”.
Il sindaco ha poi rivolto un plauso alla Deputazione regionale che in sede di approvazione della legge finanziaria ha varato questo emendamento che non solo riconosce il ruolo dei Borghi siciliani, ma ha disposto un consistente contributo finanziario perché i comuni associati possano intensificare l’azione di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale-storico ed architettonico.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi