giovedì, ottobre 18

Parco Aldo Moro e protocollo d’intesa con il Comune, interrogazione di Interdonato

In passato il Comune di Messina ha ceduto gratuitamente all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’area denominata “Parco Aldo Moro”, di estensione pari a 13.760 mq. Lo scorso dicembre, l’allora sindaco Accorinti  ed il responsabile dell’INGV Carlo Doglioni,  hanno sottoscritto un contratto di comodato d’uso gratuito finalizzato all’utilizzo del “Parco Aldo Moro”, per la durata di 29 anni, con possibilità di recesso unilaterale con formale preavviso di 60 giorni.
All’articolo 7 del contratto di comodato d’uso, il Comune di Messina si impegna alla realizzazione di un un parco urbano, fruibile alla cittadinanza, e chiede alla Soprintendenza BB.CC.AA. l’eventuale necessario finanziamento per una campagna archeologica volta alla migliore fruizione pubblica dei ruderi archeologici presenti all’interno dell’area.
Il Dipartimento Cimiteri e Verde Urbano, quantificò, in 500 mila euro circa, il costo approssimativo per la messa in sicurezza delle aree, con progetto da inserire nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche del Comune di Messina, oltre le somme necessaria imputare annualmente nel Bilancio comunale per la manutenzione ordinaria del parco stesso.
Adesso il sindaco è cambiato ed il consigliere comunale di Sicilia Futura, Nino Interdonato, chiede a Cateno De Luca “Se sia sua intenzione porre in atto le azioni necessarie volte alla modifica del protocollo di intesa oggetto della presente interrogazione, eliminando dal contratto la possibilità di recesso unilaterale dall’accordo, in quanto tale clausola non la si ritiene compatibile con gli interessi del Comune di Messina, il quale deve avviare importanti  azioni volte alla creazione di un parco urbano, con fondi extracomunali, da restituire dopo 69 anni alla libera fruizione della cittadinanza”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi