sabato, settembre 22

Pareggio del Messina ad Ercolano, giallorossi furibondi nei confronti della terna arbitrale

Al Messina non riesce il colpaccio esterno in casa dell’Ercolanese, una delle formazioni più attrezzate del campionato di Serie D che staziona nelle alte sfere della graduatoria. Un gol per tempo potrebbe far sembrare giusto finale risultato della gara, ma una conduzione arbitrale non all’altezza, ha sicuramente impedito al Messina di portare a casa i tre punti. Annullato, infatti, un gol di Cocuzza in posizione regolare e non concesso un rigore netto su atterramento di Rosafio. I vesuviani probabilmente non si aspettavano un Messina così deciso di fare bottino pieno ed ha sofferto tantissimo le incursioni di Lia e Rosafio dalla fascia destra che hanno creato scompiglio in più circostanze. La prima occasione è del Messina che al 12′ con Lavrendi, servito ottimamente da Lia, indirizza la sfera di poco sopra la traversa. Dopo tre minuti Mascari di testa impegna Mascolo. Al 20′ l’episodio che sblocca la gara: Rosafio si inserisce dalla destra, serve benissimo Mascari che viene atterrato in area. L’arbitro concede il penalty, lo calcia Cocuzza e stavolta non sbaglia: 0-1. Il capitano va nuovamente a segno, ma l’assistente segnala un fuorigioco inesistente. Al 36′ gran sinistro di Rosafio parato da Mascolo.

Nella ripresa Squillante getta subito nella mischia Rekik e Prisco per dare maggiore peso specifico alla sua squadra. I padroni di casa partono con un altro piglio, dopo due minuti colpiscono una traversa, ma un fallo di mano di El Ouazni costringe l’arbitro ad estrarre il secondo cartellino giallo e l’Ercolanese resta in dieci uomini. Ma la parità numerica sarà ristabilita al 23′ quando Bruno subisce il secondo giallo. Il Messina in difesa è scoperto, l’Ercolanese ne approfitta ed al 25′ raddrizza la gara con una inzuccata di Prisco che raccoglie il suggerimento di Tedesco su punizione e segna la rete del pari: 1-1. Per la quinta volta il Messina subisce un gol da palla inattiva e difesa schierata, in tal senso Modica dovrà ancora lavorare. Gli ospiti colmano l’assenza di Bruno con l’ingresso di Colombini che rileva Cocuzza. Il Messina ricomincia a macinare gioco alla ricerca del gol del vantaggio. Al 31′ l’occasione del gol è sui piedi di Lavrendi, ma il portiere avversario non si fa sorprendere, poi un gran destro di Rosafio mette i brividi sulla schiena agli avversari. Al 39′ ancora Rosafio -anche oggi devastante- a tu per tu con il portiere Mascolo, lo salta, subisce fallo, ma l’arbitro incredibilmente non concede il penalty che avrebbe potuto cambiare le sorti della gara. Dopo 6 minuti di recupero il risultato non cambia: Ercolanese-Messina finisce 1-1, ma i giallorossi hanno davvero tanto da recriminare.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi