martedì, agosto 14

Scuola Pascoli-Crispi, Sicilia Futura chiede le dimissioni dell’assessore Alagna

“Le ultime vicende che hanno riguardato la scuola Pascoli denotato, ancora una volta, l’approssimazione e l’arroganza con la quale questa Amministrazione tratta temi delicati. Occorre ribadire che con la salute dei bambini non si può giocare e lo avevamo fortemente evidenziato nell’ultima Commissione consiliare“, lo precisa il consigliere comunale di Messina Alessandro La Cava,  dichiarando che era necessario conoscere, in primo luogo, se l’impresa chiamata ad eseguire i lavori fosse abilitata alla bonifica post incendio e, finiti i lavori (così come dichiarato dall’assessore e dal dirigente) se mai la ditta avesse provveduto a rilasciare una certificazione attestante la salubrità dei locali. “Il problema – prosegue il consigliere comunale di Sicilia Futura – è che il Comune ha affidato ad una semplice impresa di pulizie la “bonifica” di un’intera scuola, evidenziando una superficialità che avrebbe potuto essere sanata attraverso i suggerimenti arrivati da più parti.
L’arroganza e la supponenza ha superato invece ogni limite, soprattutto quando l’Assessore Alagna ha inteso spiegare ai genitori che il problema era risolto e lo ha fatto il giorno prima della riunione fissata in commissione consiliare, convocando una riunione informale con i genitori ai quali ha spiegato, con la complicità della dirigente scolastica, che il problema era stato definitivamente superato. Niente di più falso, e le sue rassicuranti parole sono state smentite dai fatti e dai bambini, che sono stati costretti a subire un altro stop per manifesta incapacità politica nella gestione delle emergenze. Per tali ragioni, a nome di Sicilia Futura, chiediamo le immediate dimissioni dell’assessore Alagna ed il declassamento del dirigente scolastico della scuola Pascoli-Crispi ad altre funzioni, certamente meno nocive per la salute dei bambini!”.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi