domenica, Luglio 5
Shadow

Tag: Arresto

Messina, picchia e perseguita l’ex compagna, arrestato da Carabinieri e Polizia

Messina, picchia e perseguita l’ex compagna, arrestato da Carabinieri e Polizia

Cronaca, In Evidenza, Messina
Per due lunghi anni la vittima aveva subito e sopportato plurime condotte di maltrattamenti da parte del compagno. Una relazione sentimentale caratterizzata da umiliazioni, mortificazioni, insulti, minacce di morte e, soprattutto, aggressioni fisiche che, in più occasioni, hanno costretto la donna a fare ricorso alle medicazioni presso il pronto soccorso. Nonostante ciò, la vittima non aveva mai trovato il coraggio di denunciare il 54enne, confidando in un miglioramento del loro rapporto di coppia che, tuttavia, è sempre stato caratterizzato da violenze fisiche e psicologiche. Quindi, temendo una escalation di violenza, la donna ha infine deciso di affidarsi alle forze dell’ordine per denunciare quanto lungamente subito, interrompendo la relazione sentimentale. Questa decisione non è s
Messina, arrestato l’autore del tentato omicidio di una coppia di cugini nel gennaio del 2016

Messina, arrestato l’autore del tentato omicidio di una coppia di cugini nel gennaio del 2016

Cronaca, In Evidenza, Messina
Gli investigatori sono riusciti a risalire all'autore del tentato omicidio dei cugini Gabriele e Francesco Ferrara, rispettivamente figlio e nipote del collaboratore di giustizia Sebasitano Ferrara (detto Jano), avvenuto l'11 gennaio 2016. Si tratta del 42enne Tommaso Ferro, già detenuto in carcere per altri fatti. L'uomo adesso dovrà rispondere dei reati di tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco. Il provvedimento scaturisce dagli ulteriori approfondimenti investigativi, svolti successivamente all’esecuzione da parte del Nucleo Investigativo dell’Arma di otto misure cautelari nell’ambito dell’operazione denominata “Polena”. Le indagini permisero di comprovare l’operatività di una consorteria mafiosa, attiva nella zona sud del capoluogo peloritano e riconducibile al detenuto
Controlli straordinari dei Carabinieri a Messina, un arresto e 11 denunce

Controlli straordinari dei Carabinieri a Messina, un arresto e 11 denunce

Cronaca, In Evidenza, Messina
I Carabinieri del Comando Provinciale di Messina, anche nel corso dell’ultimo week-end, hanno svolto un ulteriore servizio straordinario di prevenzione e controllo del territorio, impiegando personale del Nucleo Radiomobile e delle Compagnie Carabinieri urbane (Messina Centro e Messina Sud) per assicurare la tranquillità nel capoluogo, incrementando la presenza dell’Arma nella zona centrale della città, caratterizzata dalla fitta densità di locali notturni frequentati da moltissimi giovani che partecipano alla “movida”. Nel corso dei servizi, i militari dell’Arma, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, il 31enne pregiudicato messinese P.A., per il reato di evasione. Il giovane è stato sorpreso nelle vicinanze della propria abitazione, da dove si era allontanato pur essendo sotto
Giardini Naxos, aggredisce l’ex fidanzata, romeno arrestato dai Carabinieri

Giardini Naxos, aggredisce l’ex fidanzata, romeno arrestato dai Carabinieri

Cronaca, In Evidenza, Ionica
I Carabinieri della Compagnia di Taormina, hanno arrestato un 39enne romeno, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori, violazione di domicilio e lesioni aggravate nei confronti di due sorelle, una delle quali era stata la sua fidanzata. Nella nottata di ieri, la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Taormina, a seguito di una segnalazione di aggressione giunta al numero di pronto intervento 112, ha inviato una pattuglia presso l’abitazione delle vittime. I militari, giunti sul posto, hanno raccolto le prime informazioni dalla vittima, dalla sorella della donna e da un loro amico presente a fatti. I testimoni hanno raccontato che, poco prima il 39enne, che da poco aveva terminato una relazione sentimentale con una delle vittime, si era presentato presso l’abitazion

Messina, tenta di rubare caloriferi da una scuola, arrestato dalla Polizia

Cronaca
I poliziotti delle Volanti traggono in arresto in flagranza di reato il 33enne pluripregiudicato messinese, Antonino Di Bella, intento ad asportare termosifoni da un istituto scolastico. Alla vista degli agenti, ha tentato goffamente di nascondersi cercandi di privarsi del giubbotto dove custodiva arnesi atti allo scasso. All’interno del plesso scolastico si è introdotto da una finestra risultata divelta. Molte aule sono state depredate ed in alcune mancano i radiatori asportati poco prima, viste le evidenti tracce di gocciolamento. Ha nascosto la refurtiva in una Fiat punto grigia, parcheggiata nei pressi della ringhiera di perimetrazione della scuola, per potere trasferire in fretta i termosifoni. Ma l'intervento dei poliziotti ha reso vano il suo tentativi di furto. Gli agenti lo han
Trasportava nel bagagliaio rifiuti pericolosi per smaltirli senza autorizzazione, ai domiciliari un 65enne

Trasportava nel bagagliaio rifiuti pericolosi per smaltirli senza autorizzazione, ai domiciliari un 65enne

Cronaca, In Evidenza, Messina
I Carabinieri della Stazione di Tremestieri hanno arrestato il pregiudicato 65enne di origine trapanese ma residente a Messina, I.A., poiché, riconosciuto colpevole del reato di attività non autorizzata di raccolta e smaltimento di rifiuti pericolosi. L'uomo dovrà espiare un residuo di pena di 7 mesi in detenzione domiciliare. Nell’agosto 2010 l’uomo, insieme ad un complice, era stato arrestato in flagranza dai Carabinieri della Compagnia Messina Sud per il reato di raccolta e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi in assenza di autorizzazione. Nel bagagliaio dell’autovettura trasportava batterie al piombo per auto esauste, diverse marmitte fuori uso, numerosi pezzi meccanici e tubi in ferro raccolti per essere rivenduti ai centri di raccolta autorizzati, in violazione delle norme s
Imbraccia il fucile e minaccia i proprietari del vicino negozio di animali, arrestato 70enne

Imbraccia il fucile e minaccia i proprietari del vicino negozio di animali, arrestato 70enne

Cronaca, In Evidenza, Messina
Tutto è accaduto poco dopo le 19.00 di mercoledì scorso, quando alla Centrale Operativa dei Carabinieri del Comando Provinciale di Messina è giunta una richiesta di aiuto da parte di un cittadino che segnalava un uomo, armato di fucile, che stava minacciando di uccidere alcune persone le quali, per paura, si erano barricate all’interno di un negozio di animali in località Sant’Agata. In pochi minuti sono giunti sul posto i Carabinieri della Stazione di Ganzirri, del Nucleo Operativo della Compagnia di Messina Centro e del Nucleo Radiomobile. Le vittime erano ancora barricate all’interno del negozio e i militari dell’Arma, dopo avere verificato che non vi fossero feriti, hanno raccolto i primi elementi per ricostruire la dinamica dei fatti ed individuare l’autore del reato, un 70enne del
“Quartieri Sicuri” colpisce ancora, serrati controlli per prevenire e reprimere reati

“Quartieri Sicuri” colpisce ancora, serrati controlli per prevenire e reprimere reati

Cronaca, In Evidenza, Messina
In città, da nord a sud, attività intensa, nei giorni scorsi, dei poliziotti della Questura di Messina. “Quartieri Sicuri” mette in campo operatori delle Volanti, della Squadra Amministrativa, della Divisione Anticrimine, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, del Reparto Cinofili di Catania, della Sezione di Polizia Giudiziaria e della Sezione Radiomobile della locale Polizia Municipale. Parola d’ordine “sicurezza” attraverso controlli a tappeto per scoraggiare e reprimere le più svariate tipologie di reato. Alta l’attenzione anche sulle aree maggiormente frequentate dagli assuntori di sostanze stupefacenti per contrastare lo smercio di droga. Due i denunciati in stato di libertà rispettivamente per furto e per false attestazione delle proprie generalità. Una persona arres
Sorpreso sulla A18. La Polstrada arresta sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno

Sorpreso sulla A18. La Polstrada arresta sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno

Cronaca, In Evidenza, Ionica
I poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale A/20 Messina lo hanno individuato a un posto di controllo ai caselli autostradali di Roccalumera. Dagli accertamenti effettuati, è subito emerso che Carmelo Le Mura, 45 anni, nato a Taormina e residente a Giardini Naxos, pregiudicato, è in atto sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Interrogato sul perché si trovasse fuori dal suo comune di residenza, l’uomo ha tentato inutilmente di giustificarsi adducendo futili motivazioni. E’ stato pertanto arrestato in flagranza di reato per aver violato gli obblighi della misura a cui è sottoposto. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato oggi con rito direttissimo
Una pistola e relativo munizionamento nascosti in casa, in manettte pregiudicato

Una pistola e relativo munizionamento nascosti in casa, in manettte pregiudicato

Cronaca, In Evidenza, Messina
L’arma era nascosta in un’intercapedine ricavata nel muro perimetrale del ripostiglio, all’interno di un contenitore in plastica con tappo a vite, accanto lo stendibiancheria ed ad altri oggetti di uso quotidiano all’interno della proprietà di Salvatore Bonaffini, 46 anni, messinese, sottoposto agli arresti domiciliari. Con l’arma, una pistola con tamburo rotante, con alloggiati due bossoli privi di ogiva, il pregiudicato nascondeva due caricatori e munizionamento di vario calibro. C’era anche tutto l’occorrente per la relativa pulizia: uno scovolo e una bomboletta spray di olio per armi. I poliziotti della Squadra Mobile, impegnati nella perquisizione domiciliare a carico dell’uomo, hanno proceduto al sequestro e al successivo arresto. I reati contestati sono detenzione illegale di ar
Messina, arrestato un 23enne, picchia i genitori e aggredisce i carabinieri intervenuti

Messina, arrestato un 23enne, picchia i genitori e aggredisce i carabinieri intervenuti

Cronaca, In Evidenza, Messina
I Carabinieri della Stazione di Faro Superiore hanno tratto in arresto un 23enne per i reati di maltrattamenti contro familiari e conviventi, minaccia, resistenza e violenza a un pubblico ufficiale. Il tempo di ricevere la telefonata con la richiesta di aiuto da parte di una donna e i Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della locale Stazione, sono immediatamente giunti sul luogo dove si stava consumando il reato. I militari dell’Arma, sentendo le urla, hanno subito capito la delicatezza della circostanza e hanno fatto irruzione nell’abitazione, impedendo così che la situazione potesse degenerare. La scena che i Carabinieri si sono trovati davanti non lasciava dubbio alcuno su quanto successo: la madre e il padre del giovane impauriti, il ragazzo in forte stato di agitazione ed alteraz
Folgorato mentre tenta di rubare rame da una cabina elettrica, arrestato il complice

Folgorato mentre tenta di rubare rame da una cabina elettrica, arrestato il complice

Cronaca, In Evidenza, Messina
Hanno rischiato di lasciarci la pelle i due ladri di rame che hanno tentato di sottrarre il prezioso materiale da una cabina elettrica in località Pace. Uno dei due, rimasto folgorato, è stato trasportato dal complice Domenico Lombardo, 47 anni, messinese, con numerosi precedenti, al pronto soccorso dell’ospedale Papardo e successivamente trasferito al Cannizzaro di Catania in prognosi riservata per le ustioni riportate. A raccontare quanto accaduto è lo stesso Lombardo, individuato dai poliziotti delle Volanti nei pressi del nosocomio coi vestiti ancora sporchi d’olio, le suole delle scarpe andate e un forte odore di bruciato. E’ stato arrestato per il reato di tentato furto aggravato e denunciato per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Per gli stessi reati, anch
I Carabinieri di Mirto arrestano in flagranza di reato un allevatore che aveva appiccato un incendio boschivo

I Carabinieri di Mirto arrestano in flagranza di reato un allevatore che aveva appiccato un incendio boschivo

Cronaca, In Evidenza, Tirrenica
I Carabinieri della Stazione di Mirto hanno arrestato in flagranza di reato F.M.C. 48enne, allevatore, originario di San Salvatore di Fitalia, ritenuto responsabile del reato di incendio boschivo. I Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello, in concomitanza delle condizioni metereologiche caratterizzate da persistenti venti di scirocco che favoriscono lo sviluppo degli incendi, hanno pianificato mirati servizi di controllo del territorio boschivo delle aree nel Parco dei Nebrodi e i militari della Stazione di Mirto hanno notato delle fiamme che interessavano un vasto appezzamento di terreno in contrada San Teodoro del comune di Frazzanò al confine con il Comune di Capri Leone (ME), individuando una Land Rover in movimento che si allontanava dal luogo dell’incendio. I milita
Mojo Alcantara, arrestato un 70enne che deteneva illegalmente un fucile

Mojo Alcantara, arrestato un 70enne che deteneva illegalmente un fucile

Cronaca, In Evidenza, Ionica
I Carabinieri della Stazione di Malvagna con l’ausilio dello Squadrone Eliportato Cacciatori Sicilia, hanno arrestato il settantenne T.C., di Mojo Alcantara (ME), ritenuto responsabile dei reati di detenzione illegale di armi e munizioni. I militari hanno effettuato una perquisizione domiciliare per la ricerca di armi presso l’abitazione del settantenne, rinvenendo su un mobiletto nel bagno, un fucile monocanna calibro 12 in perfetto stato di conservazione e 23 cartucce dello stesso calibro, illegalmente detenute in quanto l’uomo non è titolare di alcun titolo di polizia per la detenzione di armi. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso il Tribunale di Messina ove, all’esito dell’udienza odierna l’arresto operato dai Carabinieri è stato convalidato e l’
Militello Rosmarino, i Carabinieri arrestano un uomo per detenzione illegale di armi clandestine

Militello Rosmarino, i Carabinieri arrestano un uomo per detenzione illegale di armi clandestine

Cronaca, In Evidenza, Tirrenica
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sant’Agata Militello, hanno arrestato, in flagranza di reato, il 42enne G.N.S., originario di Siracusa ma residente a Militello Rosmarino (ME) ritenuto responsabile dei reati di  detenzione illegale di armi clandestine e munizioni, poiché trovato in possesso di armi clandestine di fabbricazione artigianale, congegni e parti meccaniche adatte per la costruzione e la modifica delle armi. Nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione dell’arrestato, i Carabinieri hanno rinvenuto due fucili di costruzione artigianale, privi di matricola, perfettamente funzionanti, una pistola ad aria compressa modificata, 2,1 kg di polvere da sparo e munizionamento di vario calibro, occultati sopra un armadio mentr
Bengalese senza biglietto aggredisce capotreno e poliziotti, arrestato

Bengalese senza biglietto aggredisce capotreno e poliziotti, arrestato

Cronaca, In Evidenza, Ionica
E’ accaduto nei pressi della stazione ferroviaria di Taormina a bordo del TV 3866, partito da Siracusa e diretto a Messina. Durante il controllo dei biglietti, il capotreno si è imbattuto in un uomo, un cittadino del Bangladesh di 32 anni che, privo del titolo di viaggio, si è rifiutato di scendere dal treno e lo ha minacciato brandendo un oggetto a forma di bombola. Immediatamente è intervenuto, a garanzia dell’incolumità del capotreno e degli altri passeggeri, un agente libero dal servizio appartenente alla Polizia Ferroviaria di Taormina, che si trovava sul convoglio per raggiungere il posto di lavoro. Contro l’agente e gli altri poliziotti della Polfer subito intervenuti, l’uomo ha continuato a proferire insulti e minacce di morte e ad aggredirli con pugni e calci. E’ stato q
I Carabinieri arrestano un giovane per simulazione di reato. Deve scontare 1 anno di reclusione

I Carabinieri arrestano un giovane per simulazione di reato. Deve scontare 1 anno di reclusione

Cronaca, In Evidenza, Tirrenica
Questa mattina, i Carabinieri della Stazione di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno arrestato il 20enne B.A. condannato per il reato di simulazione di reato alla pena di 1 anno di reclusione. Il provvedimento di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina – Ufficio Esecuzioni Penali, scaturisce dagli accertamenti svolti, nell’aprile del 2015, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Barcellona Pozzo di Gotto che avevano denunciato il giovane all’Autorità Giudiziaria poiché, sprovvisto di patente, aveva guidato un motociclo sottraendosi ad un controllo di polizia ed aveva poi denunciato falsamente il furto del veicolo. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso l’Istituto per i minor
Controlli dei Carabinieri a Capo d’Orlando. Un arresto, una denuncia e cinque segnalati

Controlli dei Carabinieri a Capo d’Orlando. Un arresto, una denuncia e cinque segnalati

Cronaca, In Evidenza, Tirrenica
Nel corso dell’ultimo week end, i Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata Militello hanno svolto servizi straordinari di prevenzione e controllo del territorio nel comprensorio dei Nebrodi, incrementando la presenza dell’Arma nella fascia costiera e nelle aree della movida notturna, procedendo a controlli sulle arterie stradali che collegano i paesi montani con il litorale e con gli svincoli autostradali. Nel corso dei servizi, i militari dell’Arma, hanno arrestato P.O., 43enne orlandino, resosi responsabile del reato di evasione dal regime degli arresti domiciliari a cui era sottoposto e deferito in stato di libertà una persona per violazione dei doveri inerenti la custodia di veicolo sottoposto a sequestro amministrativo. Inoltre  4 giovani sono stati segnalati alla Prefettur
Piraino. I carabinieri arrestano in flagranza di reato un ladro di legna

Piraino. I carabinieri arrestano in flagranza di reato un ladro di legna

Cronaca, In Evidenza, Tirrenica
I carabinieri delle Stazioni di Piraino e S. Angelo di Brolo hanno arrestato in flagranza di reato A.C., 34enne barcellonese, ritenuto responsabile del reato di furto di legna. I militari hanno sorpreso l’uomo, sul greto del torrente “S. Angelo”, in zona boschiva demaniale, mentre, con una motosega, stava tagliando degli alberi di pioppo. L'uomo aveva già tagliato quasi  300 kg di legna, accatastandola per essere successivamente trasportata. Il 34enne, è stato tratto in arresto e tradotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della repubblica di Patti. Oggi pomeriggio, è comparso davanti al Giudice di Patti che né ha convalidato l’arresto disponendo la sua liberazione. La legna sottratta è stata restituita al Sindaco del comune di P
Messina, dopo l’ennesima lite la Polizia di Stato arresta marito violento

Messina, dopo l’ennesima lite la Polizia di Stato arresta marito violento

Cronaca, In Evidenza, Messina
Un matrimonio iniziato nei migliori dei modi allietato dalla nascita di due figli, ma trasformatosi nel tempo in un incubo fatto di offese, di minacce, di maltrattamenti psicologici e fisici, di angoscia e di paura. Quella paura che porta una giovane donna a cercare riparo dai suoceri, presso la cui abitazione si trasferisce con tutta la famiglia per avere manforte nei momenti di aggressività. Ma neanche questo è sufficiente a placare l’ira del coniuge. Ha sopportato in silenzio anche i pugni, gli schiaffi, le mani strette al collo che le causano lesioni refertate dai medici del 118, fino a quando dopo l’ennesima lite matura l’idea di denunciarlo. E quando supportata dagli agenti, è pronta per recarsi presso gli uffici di polizia, quell’uomo, messo alla porta dopo l’ennesima animata di

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi