mercoledì, Giugno 26

Tag: Carabinieri

Pensionato 71enne di Roccalumera sorpreso con 4 chili di marijuana in auto

Pensionato 71enne di Roccalumera sorpreso con 4 chili di marijuana in auto

Cronaca
I Carabinieri della Compagnia di Messina Centro hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti il 71enne Francesco Romana. Fermato durante un normale servizio di controllo del territorio, il pensionato di Roccalumera si è mostrato particolarmente ansioso di congedarsi dai militari che, insospettiti, hanno approfondito il controllo. L’anziano, prima ancora che venisse aperto il bagagliaio dell’autovettura su cui viaggiava, ha confessato di trasportare dello stupefacente. All’interno di una busta del supermercato, nascosta nel vano devoluto ad alloggiare la ruota di scorta, gli uomini dell’Arma hanno trovato 8 involucri ben incelofanati, da mezzo chilogrammo ciascuno di marijuana, per un peso complessivo di 4 chilogrammi. Per il 71enne, che non...
Rapinata una pasticceria di Contesse, arrestato l’autore del colpo, ricercato complice

Rapinata una pasticceria di Contesse, arrestato l’autore del colpo, ricercato complice

Messina
Pensavano di aver messo a segno con successo un facile e brillante colpo, ma il finale è stato decisamente diverso dalle loro aspettative: adesso uno di loro dovrà rispondere del reato di rapina in concorso, mentre l’altro – per la cui identificazione sono in corso serrate indagini – potrebbe avere le ore contate. A finire in manette il pregiudicato messinese Alberto Aloisi 36 anni. I due giovani, mercoledì sera poco prima della chiusura hanno assaltato la pasticceria “Freni” di Contesse e, impugnando un grosso coltello, hanno seminato il terrore tra i presenti, impossessandosi del registratore di cassa, contenente l’incasso dell’intera giornata. Tutto si è svolto in una manciata di minuti: uno di loro è rimasto fuori, a bordo di un ciclomotore con il motore acceso e pronto ad una r...
Romeno salta sul cofano di un’auto con una mazza e tenta una rapina, arrestato

Romeno salta sul cofano di un’auto con una mazza e tenta una rapina, arrestato

Cronaca
I carabinieri di Letojanni dopo una certosina e complessa attività d’indagine durata più di qualche mese ha notificato ad un cittadino romeno di 26 anni residente a Forza D’Agrò un ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari per tentata rapina aggravata nei confronti di due ventiquattrenni catanesi. Le vittime denunciarono ai carabinieri che alle 03 di notte a Letojanni, località Milano, un giovane con in mano un grosso bastone ed in compagnia di un cane si era messo al centro della carreggiata facendo segno di fermarsi. Non appena hanno arrestato la corsa, il rumeno è salito sul cofano dell’automobile, minacciandoli ed intimando di scendere dalla vettura per consegnarla. I due giovani a quel punto con una serie di manovre sono riusciti a liberarsi del mal...
Spaccia erba a Piazza Cairoli. La Polizia denuncia 18enne messinese

Spaccia erba a Piazza Cairoli. La Polizia denuncia 18enne messinese

Messina
Spacciava marijuana da una panchina di Piazza Cairoli. Diciotto anni, messinese, con precedenti, aveva nascosto le singole dosi in una cassetta di derivazione della linea telefonica da cui, di volta in volta, le andava prendendo quando i “clienti” lo avvicinavano. I poliziotti delle Volanti hanno trovato e sequestrato 15 grammi di sostanza stupefacente risultata alle analisi del locale Gabinetto di Polizia Scientifica un derivato della canapa indiana. 11 singole dosi pronte ad essere smerciate e confezionate con materiale trovato successivamente dai poliziotti nella camera da letto del giovane spacciatore: 2 bilancini di precisione, due trita-erba, pellicola trasparente. Sequestrata anche la somma di 50 euro, ritenuta provento di spaccio. Il diciottenne è stato denunziato per il reato di d...
Sgominati dai carabinieri due gruppi criminali che spacciavano cocaina e marijuana a Messina

Sgominati dai carabinieri due gruppi criminali che spacciavano cocaina e marijuana a Messina

Cronaca
La droga arrivava da Catania e Gioia Tauro grazie ai rapporti personali degli arrestati che era a capo di una delle due associazioni. Diciannove i provvedimenti cautelari. Tredici le persone finite in carcere, quattro i soggetti agli arresti domiciliari e due sottoposti all’obbligo di presentazione. A ssociazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi da fuoco sono i reati contestati a vario titolo agli indagati. I gruppi criminali facevano capo a Marco D’angelo e Maurizio Calabrò "che impartiva anche dal carcere le disposizioni per la gestione delle attività di narcotraffico, facilitate dai suoi stretti collegamenti con esponenti di vertice di alcuni sodalizi mafiosi catanesi”  ha spiegato il comandante dei Carabinieri Iacopo Mannucci Benincasa.  A f...
Ritrovato il cadavere di un uomo scomparso nei giorni scorsi a Montalbano Elicona

Ritrovato il cadavere di un uomo scomparso nei giorni scorsi a Montalbano Elicona

Cronaca
Dell'uomo si erano perse le tracce già da settimane. È stato ritrovato questa mattina nella contrada di Santa Maria, a Montalbano Elicona, il corpo di Gaetano Rinaldo, 60 anni, scomparso da circa 20 giorni dalla propria abitazione. Il corpo senza vita è stato rinvenuto a poca distanza dalla sua abitazione. Sul posto i carabinieri della stazione di Montalbano Elicona, una squadra di volontari, tra cui quelli della protezione civile “Tyndaris” di Patti. Spetterà adesso al medico legale accertare le cause del decesso....
Sgominata una organizzazione dedita allo spaccio di droga, 17 arresti

Sgominata una organizzazione dedita allo spaccio di droga, 17 arresti

Messina
Vasta operazione dei Carabinieri di Messina che, nella mattinata odierna, stanno eseguendo, nella provincia peloritana e in quella catanese, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Messina su richiesta della competente Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo, nei confronti di 19 persone (13 in carcere, 4 agli arresti domiciliari e 2 all’obbligo di presentazione alla p.g.), ritenuti responsabili – a vario titolo – di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi da fuoco e altro. L’inchiesta, denominata “Doppia Sponda” e sviluppata dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Messina, ha permesso di comprovare l’operatività di due gruppi criminali attivi nel ter...
Roberto Scipilliti è stato ucciso con un colpo di pistola, arriva la conferma dall’autopsia

Roberto Scipilliti è stato ucciso con un colpo di pistola, arriva la conferma dall’autopsia

Cronaca
Nessuna caduta accidentale. Si tratta di omicidio. Roberto Scipilliti è stato ucciso. Il vigile del fuoco di 55enne scomparso da Roccalumera lo scorso 5 gennaio e ritrovato sabato in un dirupo è stato assassinato. A svelare la causa della morte è stata l’autopsia eseguita dai due medici legali, Elvira Ventura Spagnolo e Fabrizio Perri. Da un primo esame esterno effettuato sul suo cadavere non erano stati rinvenuti segni di violenza che lasciassero pensare a una morte violenta. Il vigile del fuoco quando è stato ritrovato presentava solo delle tumefazioni. Soprattutto al volto. Contusioni compatibili con una caduta accidentale, visto che è stato ritrovato giù per un dirupo lungo la strada provinciale agricola Savoca-Scopelliti-Rina. Un luogo che l’uomo avrebbe potuto raggiungere anche a pie...
Latitante e compagna arrestati sulla nave Caronte a Messina

Latitante e compagna arrestati sulla nave Caronte a Messina

Video
E’ finita alle 02.30 di sabato 14 gennaio 2017, per mano dei Carabinieri della Compagnia di Messina Sud, la latitanza di Fabrizio Ceccio, pluripregiudicato messinese di 44 anni, attivamente ricercato da aprile dell’anno scorso, quando si è reso irreperibile poiché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di “associazione per delinquere finalizzata alle truffe, al riciclaggio ed alla ricettazione”. In manette anche la compagna Fortunata Caminiti di 48 anni. https://youtu.be/w7jdTYegVW0...
Non hanno avuto il tempo di sbarcare dalla Caronte, arrestati latitante e la sua compagna

Non hanno avuto il tempo di sbarcare dalla Caronte, arrestati latitante e la sua compagna

Messina
E’ finita alle 02.30 di sabato 14 gennaio 2017, per mano dei Carabinieri della Compagnia di Messina Sud, la latitanza di Fabrizio Ceccio, pluripregiudicato messinese di 44 anni, attivamente ricercato da aprile dell’anno scorso, quando si è reso irreperibile poiché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di “associazione per delinquere finalizzata alle truffe, al riciclaggio ed alla ricettazione”. Si era creato una falsa identità pensando di poterla fare franca ma non è sfuggito ugualmente ai Carabinieri che seguivano i suoi movimenti ormai da mesi ed aspettavano solo il momento più opportuno per assicurarlo alla giustizia. Intercettazioni ed estenuanti pedinamenti che avevano permesso di ricostruire nel dettaglio la vita del latitante, le sue abitudini e sopra...
Blitz dei Carabinieri agli imbarcaderi della Caronte, arrestato un latitante e la compagna

Blitz dei Carabinieri agli imbarcaderi della Caronte, arrestato un latitante e la compagna

Messina
I Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno messo fine alla latitanza del 46enne messinese Fabrizio Ceccio, pluripregiudicato, resosi irreperibile dal mese di aprile dello scorso anno, in quanto gravato da provvedimento cautelare per associazione per delinquere finalizzata alle truffe, al riciclaggio ed alla ricettazione. L’uomo è stato bloccato agli imbarcaderi della “Caronte” dai militari dell’Arma unitamente alla compagna 48enne, anch’ella già nota alle Forze dell’Ordine. All’atto della cattura, i due erano anche in possesso di due pistole con matricola abrasa, di cui una con colpo in canna e cane armato e di numerose munizioni. I particolari dell’operazione saranno illustrati in una conferenza stampa che si terrà nella mattinata odierna, alle ore 11:00, presso il Comando P...
Padre e figlio srilankesi rubano un’autovettura, ma vengono beccati dai Carabinieri

Padre e figlio srilankesi rubano un’autovettura, ma vengono beccati dai Carabinieri

Messina
Pensavano di allontanarsi alla chetichella con un ‘autovettura rubata, ma sono stati immediatamente bloccati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile e arrestati per furto aggravato. Così stato stroncato sul nascere il furto che padre e figlio, due srilankesi avevano effettuato nelle prime ore di domenica in pieno centro cittadino. Erano quasi le 2:00 quando i Carabinieri hanno notato, all’incrocio tra viale Gazzi e via Catania, due persone, uno alla guida di una moto e l’altro alla guida di un’autovettura Fiat Uno. Insospettiti dall’atteggiamento del conducente della moto, che percorreva la strada a fianco dell’autovettura, i militari li hanno fermati ed identificati. Durante i controlli, i militari hanno notato che l’autovettura presentava chiari segni di effrazione sia allo sportell...
Ritrovato il cadavere di un uomo a Savoca, si tratta di Roberto Scipilliti

Ritrovato il cadavere di un uomo a Savoca, si tratta di Roberto Scipilliti

Ionica
Il cadavere di un uomo è stato ritrovato in una scarpata in contrada Rina Superiore nel comune di Savoca. A recuperare il corpo sono stati i Vigili del Fuoco di Messina con l'ausilio dell'unità cinofila addestrata per il ritrovamento di persone. Il cadavere appartiene al 55enne Roberto Scipilliti, in servizio presso i Vigili del Fuoco di Messina, del quale si erano perse le tracce lo scorso 5 gennaio. Roberto Scipilliti era sparito lo scorso 5 gennaio. L'uomo uscì di casa intorno alle 14 e da allora non si seppe più alcuna notizia. La sua auto, un fuoristrada, fu ritrovata di fronte ad un bar alla fine del lungomare di Santa Teresa di Riva regolarmente chiusa. Adesso gli inquirenti dovranno ricostruire cosa avvenne dopo che parcheggiò l'auto a Santa Teresa. Dal luogo in cui è stato ritrova...
Clochard morto a Messina era stato rapinato, i Carabinieri fermano il rapinatore

Clochard morto a Messina era stato rapinato, i Carabinieri fermano il rapinatore

Messina
Un clamoroso sviluppo è emerso dalle indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Messina Centro a seguito della morte di Gheorghe Chirilà, il 45enne romeno rinvenuto cadavere nel pomeriggio antecedente l’Epifania. Come si ricorderà, nel pomeriggio del 5 gennaio una telefonata al 112 segnalò un uomo privo di vita nei locali del centro commerciale ormai abbandonato posto di fronte gli imbarcaderi di Messina. I Carabinieri e i medici del 118 raggiunsero immediatamente quell’immobile dismesso posto lungo Viale della Libertà, ma i sanitari rimase solo di constatare il decesso dell’uomo. La Procura della Repubblica decise così di disporre l’autopsia, mentre i Carabinieri cominciarono a indagare. Nel giro di poche ore si accertò che si trattava di un ex muratore, che viveva grazie ad ...
Giro di vite dei Carabinieri nella zona nord di Messina, quattro denunce e sei segnalazioni

Giro di vite dei Carabinieri nella zona nord di Messina, quattro denunce e sei segnalazioni

Messina
Quattro denunciati alla Procura della Repubblica di Messina e sei segnalati alla Prefettura peloritana, è questo il bilancio di un intensa attività di controllo stata condotta nella giornata di ieri dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile nella aree più sensibili della zona nord della città. Una particolare attenzione è stata posta nei punti di aggregazione giovanili. Tra le quattro persone denunciate alla Procura della Repubblica di Messina, un giovane che guidava la propria vettura con un tasso alcoolemico di ben 1,70 g/L, dunque oltre il doppio del limite massimo consentito: ovviamente la patente gli è stata immediatamente ritirata. Non sono mancate poi le denunce per porto ingiustificato di coltello a serramanico e per guida senza patente, mentre è stato deferito per disturbo al ripo...
L’Arcivescovo Accolla in visita al Comando Interregionale Carabinieri

L’Arcivescovo Accolla in visita al Comando Interregionale Carabinieri

Messina
Stamane, a pochi giorni dall’inizio del ministero pastorale, S.E. Mons. Giovanni Accolla, Arcivescovo Archimandrita di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela, si è recato in visita al Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” di Messina, presso la Caserma intitolata al “Capitano Medaglia d’Oro al Valor Militare Antonio Bonsignore”. Al suo arrivo, dopo avere ricevuto gli onori dalla guardia schierata in grande uniforme, l’Arcivescovo è stato accolto dal Comandante Interregionale, Generale di Corpo d’Armata Silvio Ghiselli, con cui si è intrattenuto in una cordiale conversazione, seguita da una visita alla Cappella dedicata alla “Virgo Fidelis”; l’incontro, della durata di circa un’ora, si è concluso con un messaggio bene augurale per il nuovo anno e per la missione intrapresa d...
Sparito nel nulla un 55enne di Roccalumera

Sparito nel nulla un 55enne di Roccalumera

Ionica
Un 55enne di Roccalumera è sparito lo scorso 5 gennaio, si tratta di Giuseppe Scipilliti. L'uomo è uscito di casa intorno alle 14 e da allora non si è avuta più alcuna notizia. E' di corporatura robusta, alto circa 1,75 m ed al momento in cui è sparito indossava un jeans di colore scuro una felpa marrone e giubbotto blu. L'uomo è sposato ed ha una figlia. La sua auto è stata ritrovata di fronte ad un bar sul lungomare di Santa Teresa di Riva, ma di lui ancora nessuna traccia. Chiunque sia in grado di fornire indicazioni utili al suo rintraccio contatti immediatamente i carabinieri all’utenza 112....
Natale sicuro, raffiche di denunce e segnalazioni dei Carabinieri di Patti

Natale sicuro, raffiche di denunce e segnalazioni dei Carabinieri di Patti

Tirrenica
Nel corso delle presenti festività natalizie, le tredici Stazioni ed il Nucleo Operativo e Radiomobile dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Patti hanno intensificato, predisponendo appositi servizi straordinari, le attività di controllo sul territorio di competenza, al fine di prevenire il verificarsi fenomeni di illegalità ed in considerazione delle esigenze di sicurezza derivanti dalla delicata situazione internazionale. Più nello specifico, le attività straordinarie di controllo e vigilanza sono state predisposte ed orientate in ordine a due obiettivi principali: il primo, la presenza costante di militari nei centri storici dei paesi ed in prossimità dei luoghi ove si sono svolte attività d’intrattenimento ed in genere ove la popolazione, in occasione delle correnti festività, s...
Pluripregiudicato messinese al bar con una pistola carica in tasca

Pluripregiudicato messinese al bar con una pistola carica in tasca

Messina
I Carabinieri della Compagnia di Messina Sud sono stati impegnati durante gli ultimi giorni dell’anno in una un'intensa attività di controllo nei quartieri periferici della città. Numerose le perquisizioni domiciliari e veicolari effettuate alla ricerca di armi e droga ed i controlli di persone sottoposte a misure restrittive. Particolare attenzione è stata rivolta anche ad arginare la vendita illegale dei pericolosi “botti” di capodanno. Nel tardo pomeriggio del 31 dicembre, quando tutti erano indaffarati nei preparativi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, militari del Nucleo Operativo coadiuvati dai colleghi della Stazione di Scaletta Zanclea, hanno effettuato un servizio preventivo nel quartiere delle “Case gialle”, di Bordonaro. Non è sfuggito all’occhio attento dei carabinieri un...

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi