mercoledì, ottobre 24

Viadotto Ritiro, i lavoratori Ferrobeton perdono la pazienza e incrociano le braccia

Dopo le lettere e gli incontri oggi hanno deciso di protestare. I lavoratori della Ferrobeton, società che effettua lavori in subappalto nel cantiere per la sostituzione del viadotto Ritiro, stamane hanno deciso di incrociare le braccia. Si sono dati appuntamento sotto il viadotto dove lavorano anche se non hanno ancora percepito le spettanze di febbraio e marzo. La scorsa settimana Filca Cisl e Fillea Cgil hanno spedito una lettera tramite il Consorzio Autostrade Siciliane alla Toto Costruzioni per sbloccare il pagamento. Ma la lettera è tornata al mittente.
«La Toto Costruzioni – hanno spiegato Francesco Catalano della Filca e Mario Mancini della Fillea – ha risposto che non è nelle condizioni per potersi sostituire alla Ferrobeton prima dell’udienza prevista oggi». Il Tribunale di Catania discuterà il blocco dei conti correnti disposto nei confronti della ditta catanese. I lavoratori però, senza alcuna risposta concreta, hanno deciso di proseguire lo sciopero nel cantiere di Ritiro almeno sino a domani.

tgme.it utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Tgme.it ha aggiornato la propria Privacy Policy nel rispetto della nuova normativa europea GDPR. Il mancato consenso sui cookie da parte dell'utente non permetterà una corretta visualizzazione del sito stesso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi